Copy

Se desideri che la tua orchidea fiorisca in modo continuo, devi farlo ogni mattina.

Per ottenere una fioritura costante nelle orchidee, è possibile affidarsi a efficaci prodotti naturali. Scopri tutti i dettagli.

Molti sognano di avere piante vigorose e rigogliose in casa e nel proprio giardino per abbellire sia gli interni che l’esterno della propria abitazione. Tuttavia, per raggiungere questo obiettivo, è necessario dedicare molta cura alle proprie piante, prestare attenzione alla posizione, all’irrigazione, ai prodotti utilizzati e molto altro. Questa attenzione è fondamentale anche per le orchidee, che spesso decorano gli interni delle case e arricchiscono i giardini, regalando vivacità e colore. Come possiamo nutrire al meglio le orchidee e garantire che crescano rigogliose?

Orchidee forti e rigogliose con un metodo infallibile

Per ottenere una fioritura continua delle orchidee, esiste un metodo facile e rapido che darà grandi soddisfazioni a chiunque decida di utilizzarlo sulle proprie piante. Innanzitutto, è necessario procurarsi del riso, che andrà collocato in un’insalatiera, circa 5 cucchiai vanno bene. Il passo successivo consiste nel versare 500 ml di acqua a temperatura ambiente nel riso.

Dopo aver mescolato bene l’acqua e il riso, è possibile passare alla fase successiva, ovvero filtrare l’acqua di riso in un altro contenitore in modo da conservare solo il liquido. Non tutti sanno che l’acqua di riso è un ottimo fertilizzante naturale per le orchidee in quanto favorisce la loro fioritura.

Cosa fare a questo punto? Utilizzando il contenitore con l’acqua di riso, è possibile innaffiare le orchidee, facendo molta attenzione a irrigare delicatamente per non danneggiare i bellissimi fiori (è possibile anche utilizzare un innaffiatoio). Quante volte dovremmo applicare l’acqua di riso alle nostre orchidee? Il consiglio è di innaffiare le piante con questa soluzione una volta ogni 14 giorni. E per quanto riguarda l’acqua di riso rimasta? Niente paura, non dovete buttarla via. L’acqua in eccesso può essere congelata e scongelata quando è il momento di innaffiare le orchidee.

Far fiorire l’orchidea: il metodo con acqua e limone

Per garantire un’ottima irrigazione alle nostre orchidee, è possibile optare per un altro metodo. Dopo aver riempito un’insalatiera con un litro d’acqua, aggiungere un cucchiaino di succo di limone, spremuto accuratamente per avere la giusta quantità. Perché il limone? Il suo succo è eccezionale nel prevenire muffe e funghi, quindi le orchidee ne trarranno beneficio.

Dopo aver ben mescolato la soluzione, è possibile prelevare un po’ di liquido dall’insalatiera con un piccolo bicchiere e applicarlo delicatamente al terreno delle orchidee. Anche in questo caso, ripetere l’operazione una volta ogni 14/15 giorni. La buona notizia è che è possibile trattare anche le foglie dell’orchidea con questa speciale miscela di acqua e limone. Tuttavia, per evitare danni, è consigliabile applicare la soluzione sulle foglie (sia davanti che dietro) con un batuffolo di ovatta. Questa operazione sulle foglie può essere eseguita una volta al mese.