Copy

Ti piace, come tutti, avere una stufa sempre immacolata. Solo che qui, la sera dopo cena o la domenica all’inizio del pomeriggio, si aspira a qualcosa di diverso dal lucidare con cura il proprio piano cottura. Ed è abbastanza legittimo! Lo sporco comincia a depositarsi lentamente, ma inesorabilmente. In breve tempo, la tua stufa è dolorosa da vedere e ti chiede corpo e grida di dargli gentilmente un po ‘di pulito! Detto questo, solo guardandolo, ti scoraggi. Ma come diavolo potrò togliere tutta quella sporcizia incrostata dal mio piano cottura e farlo sembrare di nuovo pulito e sano?

Non preoccuparti, condivideremo con te tutti i migliori consigli per affrontare residui di grasso, cibo bruciato e schizzi sui  piani cottura . Indossa i guanti da cucina e seguici!

Perché il mio piano cottura si sporca così velocemente?

Anche se non sei quello che si potrebbe definire un vero e proprio “cordon bleu”, trascorrendo diverse ore al giorno in cucina, è chiaro che usi molto il tuo piano cottura. Inevitabilmente si sporcherà gradualmente, anche se si prendono tutte le precauzioni necessarie per cucinare nel modo più pulito possibile. Non lottare: è semplicemente impossibile cucinare senza rovinare la tua stufa a gas! Anche far bollire una pentola d’acqua per la pasta farà schizzare piccole gocce di acqua salata sulla piastra. Impossibile – e pericoloso – asciugarli subito. E col passare del tempo, si seccheranno e lasceranno brutti segni bianchi sul tuo piano cottura.

Anche le manopole dei fornelli non vengono risparmiate. Li maneggi, senza nemmeno accorgertene, con le mani più o meno pulite, visto che stai cucinando: i residui di grasso poi si accumulano su di essi. Per non parlare dei fatidici depositi di polvere nel tempo. Questo sporco, oltre ad essere antiestetico, può essere pericoloso a contatto con una fiamma: è consigliabile essere vigili, e tutto sommato piuttosto rigorosi, con la pulizia del proprio piano cottura. Quindi torniamo al punto di partenza: dovrai infatti finire per pulire la tua stufa a gas, che è diventata molto sporca.

Metodi per pulire un piano cottura molto sporco

Per prima cosa, prenditi un minuto o due, dopo ogni utilizzo della tua piastra, per pulire un po’ la tua stufa. Per facilitare il tuo lavoro, tieni sempre a portata di mano un panno e il prodotto giusto. Pertanto, sarà sempre più facile pulire piccole macchie in pochi secondi ogni giorno, piuttosto che dover pulire macchie grandi e incrostate una volta al mese!

Senza arrivare a tali estremi di sporcizia, e se nonostante tutta la tua buona volontà, non riesci a tenere quotidianamente pulita la tua stufa a gas, ti consigliamo comunque di  non attendere più di una settimana tra una pulizia e l’altra .

stufa sporca

Pulizia di un piano cottura a gas molto sporco

Se usi la tua stufa solo molto poco, o al contrario molto più regolarmente, dovresti adattare questo ritmo al tuo stile di vita.

  • Rimuovere le griglie del fornello e gli spartifiamma.
  • Prendete una spugnetta non abrasiva (per evitare di rovinare il loro rivestimento) e lavateli accuratamente. Se necessario, risciacquare e ripetere il lavaggio. Il loro aspetto visivo, ma anche al tatto, vi informerà sul loro stato di pulizia.

Se le griglie e i bruciatori sono gravemente intasati, avrai bisogno dei seguenti prodotti:

  • Un volume di aceto bianco,
  • Due volumi di bicarbonato di sodio,

Metti  le griglie e i bruciatori  in una bacinella e cospargili di bicarbonato di sodio. In un flacone spray versare l’aceto bianco quindi spruzzare gli elementi del fornello. Si verificherà una reazione chimica che dissolverà lo sporco . Lasciare agire qualche minuto quindi strofinare con spugna non abrasiva e risciacquare con acqua pulita. Quindi asciugare accuratamente le griglie e i bruciatori.

Ora passa alle teste dei bruciatori della tua stufa a gas. Per prima cosa passateli grossolanamente con un panno umido, ben strizzato, per togliere la maggior parte dei residui. Usa con cautela una graffetta o una spilla da balia per rimuovere qualsiasi minuscolo sporco che potrebbe ostruire la porta di accensione.

Termina con il piano cottura della tua stufa a gas. Puliscilo con un panno umido per rimuovere le macchie più grandi. Quindi pulire la superficie con una spugna e acqua saponata. Nel caso di grassi solidificati e/o incrostati, utilizzare gli ingredienti sopra indicati. Lasciare riposare per quindici minuti e risciacquare con una spugnetta non abrasiva. Asciugare nuovamente il tutto con un panno pulito e sostituire tutti gli elementi.

Piano cottura in vetroceramica pulito

Pulisci un piano cottura in vetroceramica

Il piano cottura in vetroceramica  è elegante, sobrio ed elegante; va da sé che bisogna prendersene cura.

  • Rimuovere grasso o residui di cibo con un panno asciutto.
  • Riempi un piccolo contenitore con acqua calda e sapone e insapona bene. Immergere un asciugamano di spugna (o due canovacci) in questa miscela. Strizza bene.
  • Ora posiziona l’asciugamano sulla superficie piana della tua stufa. Lasciare per circa un quarto d’ora. Il calore fornito dall’asciugamano ammorbidirà le macchie per una pulizia molto efficace del tuo piano cottura!
  • Recuperare l’asciugamano e strofinare il piatto. Quindi pulire con un altro panno. Quindi asciugare bene la superficie, il gioco è fatto, è finita! La tua cucina è immacolata!

Metodo alternativo per la pulizia di un piano cottura in vetroceramica

Per pulirlo diversamente, niente di meglio dell’aceto bianco, uno smacchiatore e disinfettante senza pari.  Tutto quello che devi fare è immergere una spugna umida in questo prodotto e strofinare il piano cottura in vetroceramica. Brillerà di mille luci.

Se i tuoi piani cottura hanno accumulato macchie ostinate, ora sai come pulirli e ripristinare la loro pulizia e lucentezza.