Copy

Scopri come riutilizzare l’olio da cucina e non gettarlo via da nessuna parte. Il riciclaggio dell’olio di frittura usato è il modo più sostenibile per risolvere questo problema.

Gli scopi sono numerosi, ad esempio: alcune industrie producono resina per vernici, sapone, detersivi, glicerina, alimenti per animali, biodiesel, tra gli altri.

Pertanto abbiamo separato alcune alternative che puoi fare in casa, in altri casi, se non vuoi riutilizzare l’olio per qualcosa, prova a fare il corretto smaltimento.

Come riutilizzare l’olio da cucina

Come riutilizzare l'olio da cucina

Se l’olio usato è recente e avete mangiato solo uno o due fritti, potrete riutilizzarlo senza alcun problema.

Per prima cosa, filtrare con un panno per rimuovere lo sporco. Poi, se l’olio è stato usato per friggere il pesce, aggiungete qualche goccia di limone e scaldatelo un po’, in modo che non abbia sapore o odore di pesce.

Un altro modo per riutilizzare l’olio di cottura in altre fritture è, quando l’olio è ancora caldo, adagiare le fette di patate crude.

La patata può assorbire il cattivo sapore e l’odore che rimane dopo la frittura. Questo ti permetterà di riutilizzarlo.

Questi sono altri suggerimenti su come riutilizzare l’olio da cucina:

Sapone all’olio da cucina usato

Un altro suggerimento su come riutilizzare l’olio da cucina  è quello di preparare una saponetta .  Segui il passo passo.

Ingredienti:

  • 500 g di soda caustica;
  • 1 litro di acqua calda;
  • 2 litri di olio da cucina;
  • 500 ml di alcol;
  • 5 ml dell’olio essenziale che preferisci.

Come fare:

Per iniziare, metti la soda in un secchio, aggiungi gradualmente l’acqua calda e mescola con un cucchiaio di legno.

Quando la soda si sarà completamente sciolta, aggiungere l’olio e mescolare per 20 minuti. Aggiungere poi l’alcool, l’olio essenziale e mescolare fino a formare una pasta compatta e cremosa.

Dopo aver preparato questo composto, aspettate 24 ore che si asciughi, e trascorso questo tempo tagliatelo in pezzi della dimensione che preferite e usatelo soprattutto per il bucato e la pulizia della casa.

Come riutilizzare l'olio da cucina

Detergente per olio da cucina

Ingredienti:

  • 3 litri di olio da cucina usato;
  • 2 litri di alcol ;
  • Mezzo litro di soda caustica liquida;
  • 15 litri di acqua bollente.

Come fare:

Per prima cosa filtrare l’olio per eliminare tutte le impurità. Versate poi l’alcool e la soda in un secchio di plastica e mescolate bene, utilizzando un cucchiaio di legno o un pezzo di legno.

Poi lasciate riposare per 2 ore. Trascorso il tempo impostato, aggiungere l’acqua bollente e mescolare nuovamente. Lasciare agire per 12 ore, quindi conservare in bottiglie di plastica, coprire e conservare in un luogo sicuro.

Resa: 20 litri di detersivo per la casa .

Candela all’olio da cucina

Un ottimo modo per riutilizzare l’olio da cucina è creare candele per decorare la casa e fungere anche da agente aromatizzante.

Ingredienti:

  • olio da cucina usato;
  • Paraffina;
  • Stoppino;
  • 2 gocce dell’olio essenziale a vostra scelta.

Come fare:

Filtrare l’olio in un panno, sciogliere la paraffina insieme all’olio a bagnomaria fino ad ottenere un composto omogeneo, aggiungere l’essenza e mescolare bene.

Trasferire quindi in un contenitore, inserire lo stoppino e lasciare raffreddare. Quando è asciutto, la tua candela è pronta.

Come riutilizzare l'olio da cucina

Come smaltire correttamente 

Se non hai optato per nessuna delle alternative Come riutilizzare l’olio da cucina , prova a smaltirlo correttamente. Non versarlo mai nello scarico del lavandino o altrove.

Conservare l’olio usato in bottiglie usa e getta da un litro, coprire ermeticamente per evitare fuoriuscite e conservare in un luogo fuori mano fino a quando non viene aggiunta una buona quantità.

Quando hai diverse bottiglie piene, cerca aziende e ONG specializzate in questo tipo di raccolta.

In molte città esiste un punto di raccolta e potrebbero anche ricevere questi rifiuti in questi luoghi. Ti daranno la destinazione giusta!