Copy

I mobili e i prodotti per la pulizia non ecologici rilasciano nell’aria materiali tossici che inquinano l’aria interna e ne influenzano la qualità. Le nostre camere da letto non sono escluse. L’aria inquinata che circola nella nostra casa filtra anche nella nostra camera da letto, influenzando così la qualità del nostro sonno. Alcuni impianti disinquinanti sono molto efficaci nel purificare l’aria in casa. Scopri a questo scopo l’interesse di tenere un cactus nella tua camera da letto.

I cactus sono piante esotiche di facile manutenzione. Oltre al loro aspetto decorativo, queste piante grasse presentano altri notevoli vantaggi. Per sfruttare i loro benefici, è consigliabile tenere un cactus in camera da letto.

Perché tenere un cactus in camera da letto?

Il cactus ha il vantaggio  di rilasciare ossigeno di notte  e anidride carbonica (CO2) durante il giorno. Puoi poi tenerlo nella tua camera da letto,  per ossigenare al meglio la tua stanza la sera. Si consiglia inoltre di tenere il cactus vicino allo schermo televisivo o al computer,  in modo che assorba e neutralizzi le onde elettromagnetiche  emesse da questi dispositivi. Oltre a purificare l’aria interna, i cactus hanno anche il vantaggio di decorare il tuo spazio interno. Inoltre, il cactus è disponibile in diverse varietà. Alcuni si distinguono anche per l’abbondante fioritura,  come il cactus di Natale  o il cactus orchidea.

cactus in vaso

Come mantenere un cactus?

I cactus sono facili da mantenere  e non richiedono molte cure.  Tuttavia, per mantenerli sani, è importante posizionarli  in un luogo con molta luce.  Se noti che i nuovi germogli sono sottili e pallidi,  significa che la tua pianta è priva di sole. Per quanto riguarda l’irrigazione, i cactus non hanno bisogno di annaffiature regolari, come tutte le piante grasse del resto. In effetti, i cactus non apprezzano l’acqua stagnante. Lascia asciugare il terreno tra due annaffiature e posiziona delle palline di argilla sul fondo del vaso  per favorire il drenaggio ed evitare il ristagno di umidità. Quando innaffi il tuo cactus, usa acqua a basso contenuto di calcare a temperatura ambiente e assicurati di bagnare solo il terreno, senza inumidire il cactus. In inverno, interrompi tutte le annaffiature,  perché il cactus va in letargo.

Oltre al cactus, quali sono le piante che si possono tenere in camera da letto?

Per la tua camera da letto  scegli piante con proprietà disinquinanti,  che purifichino l’aria ambiente e ti aiutino ad addormentarti. Puoi, a questo scopo, scegliere il clorofito chiamato anche pianta ragno. Questa pianta è efficace  nell’assorbire formaldeide, benzene o persino monossido di carbonio. Potete anche tenere in camera la sansevieria, che rilascia ossigeno la sera e permette così  di dormire bene la notte,  o anche l’aloe vera, che neutralizza le onde elettromagnetiche ed elimina anche gli acari della polvere domestica. Se ti piacciono le piante da fiore, puoi scegliere lo spathiphyllum, chiamato anche moonflower, o il giglio della pace. Questa pianta è l’ideale per eliminare le sostanze tossiche  e purificare l’aria della camera da letto.

spathiphyllum

Per prenderti cura delle piante che tieni nella tua stanza, è importante lasciare le persiane aperte durante il giorno, in modo che la tua pianta possa beneficiare di un’esposizione alla luce. Assicurati anche di pulire regolarmente il terreno per prevenire la formazione di muffe che potrebbero  causare attacchi a persone con asma o allergie.  Si consiglia inoltre  di pulire la propria stanza con prodotti ecologici,  per evitare di rilasciare nell’aria sostanze tossiche inquinanti. Ricorda inoltre di ventilare la tua stanza per ossigenare le tue piante  e migliorare la qualità dell’aria ambiente.