Press ESC to close

Riporta in vita un’orchidea appassita con un trucco da fiorista: fiorirà di nuovo

Copy

Resistenti, poco impegnative e facili da coltivare, le orchidee sono piante molto amate e riscuotono un grande successo tra gli appassionati di piante da interno. Tuttavia, possono appassire e morire se non curati adeguatamente. Purtroppo un’orchidea senza fiori o con foglie molli e avvizzite è molto meno decorativa e gradevole alla vista.

Per rimediare a questo, c’è un trucco per far rivivere e rifiorire le tue orchidee. Invece di buttare via le tue piante preferite, puoi farle rivivere e prendertene cura, come ci spiega Martin Davesne, fiorista in Hauts-de-France.

Come far rivivere un’orchidea in modo che fiorisca di nuovo?

Per far  durare le tue orchidee il più a lungo possibile , è necessario prendersene cura. Queste piante da interno con fiori bianchi, gialli o addirittura blu sono molto sensibili al freddo. Anche se non richiedono molte attenzioni, a volte capita che  questi fiori appassiscano a seconda della loro varietà e della stagione.  Per ravvivare le tue orchidee, puoi semplicemente adottare questo trucco. Ti permetterà di salvare la tua pianta da interno senza acquistarne un’altra.

  • Taglia i gambi delle tue orchidee appassite

Taglia i fiori appassiti di un'orchidea

logo pinterest

Taglia i fiori appassiti di un’orchidea. Fonte: spm

Per  salvare la tua orchidea , devi prima rimuovere tutti i fiori appassiti e lasciare riposare la tua pianta per alcuni giorni prima di iniziare  la procedura.  Individuati utilizzando la base dell’orchidea, conta due gemme, quindi taglia uno degli steli un centimetro sopra il terzo germoglio e sotto lo stelo in modo che la tua orchidea abbia di nuovo una buona crescita. Inoltre, incoraggerà la produzione di nuovi fiori. Dopo qualche tempo dovrebbe comparire un primo germoglio accompagnato da piccoli germogli. Successivamente, dopo 2-3 mesi, può verificarsi una seconda fioritura. Seguendo alla lettera questo consiglio, le tue orchidee potrebbero infatti continuare a fiorire per altri tre o cinque anni.

Ecco alcuni altri suggerimenti per far fiorire di nuovo la tua orchidea

Per  la coltivazione delle tue orchidee , devi prestare attenzione alla loro manutenzione, in quanto non amano il caldo e prediligono gli ambienti umidi.

  • Mantieni la tua orchidea in un luogo a una temperatura adeguata

Dopo aver  potato la tua orchidea con potatori sterilizzati , dovresti metterla in un luogo lontano dal calore. La tua pianta da fiore deve essere posta a una temperatura di 15°C (assicurati che la temperatura non scenda sotto i 13°C). Quando arriva la primavera, quando le gelate sono finite, puoi metterlo fuori. Le temperature esterne durante i mesi da maggio a settembre non danneggeranno le tue orchidee.

orchidea bianca

logo pinterest

Orchidea bianca. Fonte: spm

  • Innaffia la tua orchidea con un po’ d’acqua

Le orchidee hanno bisogno di acqua e di un’atmosfera costantemente umida  per il loro corretto mantenimento. Nella stagione estiva, queste piante devono essere annaffiate ogni settimana. Quando le temperature sono più fredde, dovrebbero essere annaffiate ogni dieci-quindici giorni. È meglio non innaffiare eccessivamente un’orchidea, poiché non tollera l’acqua in eccesso. Naturalmente, se il terreno è ancora umido, non è necessario idratarlo nuovamente.

  • Rinvasa la tua orchidea in modo che fiorisca correttamente

Le orchidee dovrebbero essere rinvasate ogni due o tre anni per avere una buona crescita. Se noti delle radici che sporgono dal vaso, è un segno che la tua pianta ha bisogno di più spazio per prosperare. In caso contrario, puoi anche procedere con l’operazione se vedi che le radici della tua orchidea sono ammuffite. Ciò potrebbe essere dovuto all’eccesso di acqua. Prima di tutto, per installare la tua pianta fiorita in un nuovo vaso, devi realizzare un nuovo substrato con sfagno, corteccia di pino e palline di argilla. Quindi, inumidisci leggermente questa soluzione ed estrai l’orchidea dal suo vaso per rimuovere il substrato attorno alle radici. Infine, rimuovi le vecchie radici piatte e conserva solo quelle piene di linfa. Nel tuo nuovo vaso, posiziona il nuovo substrato, posizionate tutte le radici all’interno, tenendo l’orchidea alla base e riempite il contenitore di substrato, avendo cura di metterne un po’ tra le radici. Compatta bene tutto e, se necessario, metti un paletto per tenere ferma la tua pianta.

orchidee in fiore

logo pinterest

Orchidee in fiore. Fonte: spm

Se la tua orchidea non fiorisce più, sappi che non c’è nulla di allarmante. Segui semplicemente i suggerimenti presentati sopra per rianimarlo!