Copy

La lavastoviglie è sicuramente un aiuto fondamentale nella vita di tutti i giorni. E per una buona ragione, ci aiuta a risparmiare tempo nelle faccende domestiche come lavare i piatti.

Solo, molti commettono un errore con questo elettrodomestico senza rendersene conto, generando così un elevato consumo di acqua. Bandendo questa abitudine, puoi ottenere di più dalla tua lavastoviglie.

Devi risciacquare i piatti prima di metterli in lavastoviglie?

Se la lavastoviglie è un oggetto domestico essenziale, è perché ti fa risparmiare tempo e fatica nella pulizia di piatti e posate.

Con le innovazioni tecnologiche, questo dispositivo è diventato meno avido di acqua.

Tuttavia, molte persone commettono un errore con questo apparecchio pensando di fare la cosa giusta.

Se vuoi ottenere il massimo dalla tua lavastoviglie, non risciacquare i piatti prima di metterli nell’apparecchio.

Oltre a richiedere tempo e sprecare acqua, il prelavaggio ti impedisce di goderti le prestazioni del tuo elettrodomestico. E per una buona ragione, sciacquando i piatti, pensi che non ci saranno più macchie sui piatti.

Tuttavia, le lavastoviglie funzionano ad alte temperature per garantire che le stoviglie siano perfettamente pulite alla fine del ciclo di lavaggio.

Sono l’acqua calda e il detersivo che mantengono puliti i piatti, non il prelavaggio.

Adottando questa abitudine si limitano le potenzialità della lavastoviglie ma si spreca anche una risorsa preziosa: l’acqua. Basta raschiare i piatti senza risciacquarli, quindi metterli in lavastoviglie per il lavaggio.

Infatti, per rimuovere lo sporco dalle stoviglie, anziché prelavarle, si possono rimuovere i resti di cibo con un cucchiaio o con un tovagliolo di carta.

Questo gesto intelligente eviterà che il cibo intasi l’apparecchio. Alcuni modelli ad alte prestazioni sono attrezzati per rimuovere lo sporco più ostinato.

Inoltre, si consiglia di utilizzare la giusta dose di detersivo, per evitare di sovraccaricare l’apparecchio per sfruttare appieno le sue prestazioni e di utilizzare un addolcitore d’acqua.

Quest’ultimo permette di erogare una buona quantità di sale in funzione della durezza dell’acqua. È per questo motivo che è importante conoscere il tasso della sua acqua nel calcare.

Puoi avere queste informazioni sulla tua bolletta dell’acqua.

Quale detersivo usare per la lavastoviglie?

Gel, polvere, pastiglie sono tutte forme di detersivo da utilizzare per la lavastoviglie.

Esistono anche prodotti cosiddetti “all-in-one” che includono sia il sale che il liquido per il risciacquo.

Si consiglia di utilizzarli con un programma “tablet” se il vostro apparecchio ne è dotato e di metterli nel cassetto del detersivo e non nel cestello delle posate.

Come avrai capito, si consiglia di non prelavare i piatti prima di metterli in macchina per un lavaggio ottimale e una maggiore economia.