Copy

Il Rosminarinus officinali, meglio conosciuto come rosmarino, è una pianta originaria della regione mediterranea,…

Il Rosminarinus officinali, meglio conosciuto come rosmarino, è una pianta originaria della regione mediterranea, ed è un arbusto frondoso aromatico che può misurare più di un metro, oltre ad avere piccoli fiori di diverse tonalità.

Oltre ad avere molteplici benefici per la salute in quanto funziona come diuretico e antispasmodico, aiuta a prevenire il mal di testa e si può usare anche sui capelli per stimolare la crescita e prevenire la caduta dei capelli e in cucina è molto usato come condimento, soprattutto in la cucina preparazione del taglio.

È anche un ottimo alleato per prendersi cura del proprio frutteto o giardino perché anticamente gli arabi piantavano il rosmarino intorno alle loro coltivazioni per allontanare i parassiti e durante il Rinascimento veniva bruciato negli ospedali per purificare l’aria e combattere le epidemie.

 Quindi piantare il rosmarino nel tuo giardino sarà l’ideale per respingere alcuni insetti che possono mettere in pericolo le tue piante, come mosche bianche, vermi del cavolo, lumache o coleotteri.

La fragranza che ha questa pianta farà anche preferire le zanzare o le mosche ad andarsene.

Il rosmarino è una delle piante preferite dalle api, poiché il suo aroma è molto forte e le farà sentire molto attratte, quindi quando il tuo rosmarino fiorirà, stai certo che questi animaletti scenderanno, ricordati che le api sono uno dei principali impollinatori.

Che cura dovresti dare alla tua pianta di rosmarino?

La cura di questa pianta è abbastanza semplice, puoi averla sia in vaso che direttamente in piena terra.

Se decidi di metterlo in vaso, devi assicurarti che abbia un buon drenaggio, perché se l’acqua ristagna tra le sue radici, queste marciranno, quindi ti suggeriamo di posizionare dei sassi per migliorare il drenaggio.

 Se ce l’hai direttamente sul terreno, la soluzione per un migliore drenaggio è mescolare un po’ di sabbia al terreno e fare in modo che il terreno non sia troppo compatto, per evitare l’umidità.

Queste piantine amano il sole e la luce diretta, più luce hanno, migliore sarà il loro processo di fotosintesi e diventeranno più grandi.

Innaffiarli non è molto difficile, dovresti farlo solo quando la terra è completamente asciutta e nei periodi freddi una volta alla settimana è più che sufficiente.