Copy

In caso di pioggia, non è raro vedere la comparsa di nebbia sui vetri delle finestre. Questo fenomeno si verifica perché l’umidità dell’aria, che è relativamente calda, viene a contatto con una superficie fredda. Ciò può quindi verificarsi quando si aumenta la temperatura del riscaldamento o quando si fa la doccia, tra le altre cose. Una situazione che può diventare rapidamente problematica! Quindi ecco come sbarazzartene.

Come faccio a liberarmi di questa nebbia? Scopri ora questo trucco semplice, pratico e facile grazie a un prodotto che utilizziamo tutti i giorni.

Un trucco efficace per eliminare la nebbia sui finestrini

Finestra appannata

Per anticipare e  superare la condensa  sui vetri, è sufficiente insaponare i vetri. Per fare questo,  prendete un panno leggermente umido su cui verserete qualche goccia di detersivo per piatti . Successivamente, strofina i vetri in modo circolare per non lasciare tracce. Infine, questa volta dovrai solo pulire la superficie usando un panno asciutto.

Non esitate a ripetere questa operazione ogni mese, in modo da evitare la formazione di nuovo di nebbia.

Altri consigli per sbarazzarsi della nebbia sui finestrini

nebbia sui vetri delle finestre

Per ovviare a questo problema, puoi adottare questi riflessi, tutti pratici come l’altro.

Investi in un deumidificatore: la formazione quotidiana di condensa sui tuoi serramenti potrebbe essere legata ad un problema di umidità. Se necessario e per evitare il proliferare di funghi a tutti i livelli, pareti, tubi, porte e infissi, non devi far  altro che munirti di un deumidificatore d’aria .

Acquista un igrometro:  se vuoi conoscere il livello di umidità nella tua casa, allora concediti un igrometro. Grazie a questo dispositivo,  saprai qual è il livello di umidità nella tua casa per  controllarlo  al meglio . Si noti che quest’ultimo non deve superare il 50%.

Prendi un assorbitore di umidità:  una buona alternativa ai deumidificatori d’aria, in quanto è molto più economico e funziona senza elettricità. Come suggerisce il nome,  questo aiuta ad aspirare l’umidità e prevenire  la formazione di condensa sulle finestre .

Ridurre il tempo trascorso sotto la doccia:  il bagno può essere l’ambiente migliore per la formazione di condensa, essendo poco ventilato, in particolare. Bisogna quindi essere vigili, perché potrebbero formarsi muffe sulle pareti e sul soffitto. Ricordarsi sempre di ventilare bene la stanza, o di tenere la porta aperta per limitare questo tipo di  rischio . L’ideale è limitare il tempo trascorso sotto la doccia ed evitare l’acqua troppo calda.

Tieni le tende aperte:  se noti che le finestre sono appannate al mattino, tieni le tende aperte. Ciò manterrà le tue finestre libere. Le tende  , infatti,  impediscono  al calore di diffondersi sulle finestre .

Evita  le piante:  la condensa sulle finestre può essere strettamente collegata alle piante che hai in casa. Questi ultimi infatti  contribuiscono a mantenere  l’umidità dell’aria ambiente . Evitate di posizionarli ai bordi delle vostre finestre o troppo vicini, per tutto il periodo invernale.

Conserva la legna da ardere nel posto giusto:  se immagazzini legna da ardere nel seminterrato di casa, tieni presente che aumenterai le possibilità di condensa sulle finestre. Quindi ricordati di riporlo in un  riparo all’aperto o nel tuo garage .

Ventilare a sufficienza:  ventilare regolarmente la propria casa  non serve solo a consentire una buona circolazione dell’aria, ma anche ad evitare eventuali problemi di condensa. Eseguendo questa azione più volte nell’arco della giornata, sarai in grado di  rinnovare l’aria in maniera continuativa .