Press ESC to close

Ecco perché senti il ​​tuo telefono vibrare, ma quando controlli: non succede nulla

Copy

Hai mai avuto la strana sensazione che il tuo smartphone inizi a vibrare in tasca, anche se non hai ricevuto alcun messaggio o notifica? È qui che dici a te stesso: “Ma non stavo sognando, il mio telefono ha semplicemente vibrato! “. Non ne sono così sicuro… Sì, è piuttosto sconcertante. Detto questo, stai tranquillo, non sei solo! Uno studio americano ha rivelato che il 90% degli utenti soffre della “sindrome delle vibrazioni fantasma”. Ma ancora? Qual è questa espressione barbarica? E soprattutto, dobbiamo preoccuparcene? Illuminazione.

“   Sindrome  da vibrazione fantasma ”  :  cos’è  esattamente? 

Tira fuori il telefono dalla tasca

Stai chiacchierando tranquillamente con gli amici e all’improvviso senti che il tuo   cellulare Android o iOS  inizia a vibrare, nella borsa o nella tasca dei pantaloni. Niente di più banale: controlli subito lo schermo del tuo cellulare. E lì, sorpresa, non c’è nulla da segnalare. Nessuna chiamata, nessun messaggio e nemmeno alcuna notifica da qualsiasi applicazione come  WhatsApp . Tuttavia eri convinto di aver sentito una vibrazione nella gamba. L’ansia ti assale: stai impazzendo? Niente panico, la follia non ti aspetta, c’è una spiegazione tangibile dietro questo fenomeno.

Secondo il portale La Tercera, questa sensazione è stata addirittura battezzata dalla comunità scientifica come la ”  sindrome delle vibrazioni fantasma  “. Detto così non è molto rassicurante, secondo te. E le sorprese non sono finite: un recente studio condotto dal Georgia Institute of Technology (GIT) afferma che la maggior parte degli utenti di telefoni cellulari sperimenta questi effetti simili. Secondo uno degli autori, il dottor Robert Rosenberger, che studia principalmente l’impatto della tecnologia sul nostro comportamento, è diventato molto comune avere l’illusione che il proprio cellulare vibri senza una ragione apparente. Fa un esempio conclusivo: Se sei abituato agli occhiali e fanno parte della tua vita quotidiana, quasi dimentichi di indossarli. Con il telefono in tasca, è in qualche modo simile. Con le abitudini corporee apprese, questo dispositivo diventa parte del tuo corpo. La mente si abitua quindi automaticamente a percepire le vibrazioni di una chiamata in arrivo o di un SMS. Le persone percepiscono altre sensazioni, come il movimento dei vestiti o gli spasmi muscolari, come vibrazioni provenienti dal cellulare, ma questa è solo un’allucinazione  “, ha detto. Sì, hai letto bene, queste vibrazioni in realtà non esistono!

 

Ma niente paura, il fenomeno è molto diffuso: lo studio americano, condotto su un gruppo di studenti, ha rivelato che quasi il 90% di loro avverte queste “vibrazioni fantasma”, almeno una volta ogni due settimane. E, per rassicurarti ulteriormente, sappi che questi falsi allarmi non sono né dolorosi né imbarazzanti. Certo, neanche questo è molto incoraggiante, ma cosa vuoi, le nuove tecnologie sono il male del secolo! Per la neurologa Evelyn Benavides, questo fenomeno colpirebbe soprattutto gli utenti ansiosi, di carattere preoccupato e sempre all’erta che reagiscono al volo. Tutto il contrario delle persone spensierate, distratte e disinvolte. “  Spesso il  cellulare ci gioca brutti scherzi.  Se capiamo con preoccupazione la chiamata di qualcuno, inconsciamente avremo la strana sensazione che il cellulare vibri o squilli, anche se non lo fa. Questa anticipazione avviene nel nostro cervello. Succede perché sta attento e aspetta che succeda qualcosa “, ha spiegato al portale La Tercera.

Come rimuovere  queste  vibrazioni  fantasma ?

Un telefono sulla scrivania

Da parte sua, il dottor Larry Rosen, professore alla California State University, evoca un termine alquanto sconcertante: “iDisorders”. Si riferisce così alle conseguenze negative delle nuove tecnologie sulla nostra salute mentale: ”  Ormai siamo così ansiosi che interpretiamo un semplice segnale proveniente dai neuroni situati sotto le nostre tasche come una chiamata in arrivo, mentre non può che trattarsi di un banale prurito… ” lui dice.

Vai su, non c’è bisogno di essere un esperto per capire che è ora di reagire e mettere il kibosh sulla nostra frequenza di utilizzo. Il nostro Smartphone lo adoriamo sicuramente, ma non così tanto da farci impazzire! Per evitare di cadere nella trappola, un po’ di disconnessione sarebbe gradita. Quindi prenditi una pausa e allontanati da lui. È molto semplice: basta disattivare l’audio, lasciarlo in camera durante la cena, tenerlo nel cassetto quando lavi i piatti o quando guardi le tue serie preferite. Inoltre vedrai che, anche solo per un attimo, ti sentirai libero e sollevato!

 

Ancora meglio, il dottor Larry Rosen afferma che semplicemente passare qualche minuto lontano dallo smartphone ti consente di “resettare” il tuo cervello. Riesci a immaginare un po’? Separandoti fisicamente dalle tue motivazioni, ti costringerà a riposare la mente e a concentrarti meglio. Quindi, appunto, sarai più propenso a pensare prima di reagire. In altre parole, ogni volta che senti una possibile vibrazione, avrai il riflesso di dirti che il tuo cellulare non è nelle vicinanze. E poco a poco, dopo un po’, il tuo cervello non si concentrerà più sulle vibrazioni e tu non le sentirai più.

Altro trucchetto da fare: abituarsi a posizionare lo Smartphone rivolto verso l’alto, sia sul tavolo che sulla scrivania. Quindi, di tanto in tanto, dare un’occhiata allo schermo ti renderà consapevole della sua posizione e ridurrà la tua ansia. Da lì, se una possibile vibrazione si presenta inaspettatamente, non sentirai la necessità di controllare le tue tasche. Poiché, ovviamente, il tuo cellulare non è lì!