Copy

Le piscine sono considerate l’elemento principale quando si parla di divertimento e relax. Quando il caldo aggredisce, sono loro che ci rivolgiamo per rinfrescarci. Tuttavia, per poter godere di questa fonte di divertimento e svago, dobbiamo sapere come pulire correttamente la piscina. Giusto! Non basta approfittare, bisogna saper pulire.

Ma dobbiamo capire che non si prendono cura di se stessi né si mantengono. Ci sono diversi processi che devono essere eseguiti durante la pulizia della piscina per mantenere l’acqua il più pura possibile. In questo modo tutti possono godere di buona salute dopo il nuoto.

Per ogni caso particolare abbiamo diversi metodi di manutenzione, che generalmente sono divisi in due gruppi: manuale e automatico.

Il pulitore automatico è la soluzione per coloro che sono riluttanti a dedicare molto tempo all’esecuzione manuale dei metodi di pulizia della piscina  .

Nella maggior parte dei casi le piscine sono già dotate di questo tipo di sistema di filtrazione dell’acqua. Questo ci permette di rimuovere le foglie e lo sporco ritrovato.

Come pulire la piscina

Un altro grande vantaggio del pulitore automatico è che migliora l’efficienza dei prodotti  responsabili del trattamento dell’acqua, poiché la mantengono in costante movimento, comportandosi in modo molto simile a una batteria mobile.

Questo procedimento permette di evitare zone di acqua stagnante che non possono essere eliminate attraverso il serbatoio. In questo modo la pulizia della piscina diventa non solo veloce, ma anche efficace.

La pulizia della piscina non si limita agli elementi automatici che filtrano foglie o tossine, ma anche al trattamento chimico che dobbiamo dare all’acqua affinché sia ​​salubre per gli utenti.

Piscina coperta per l’inverno

Molte persone credono che la piscina non abbia bisogno di essere pulita in inverno. Questo perché l’acqua a pochi gradi si conserva perfettamente, quasi senza essere filtrata e con pochi trattamenti chimici . Tuttavia, non dobbiamo fidarci di questa teoria, che sembra essere molto errata.

È l’ideale per rimettere in funzione il tuo sistema di pulizia originale della piscina non appena l’inverno è finito. Nonostante l’utilizzo durante quella stagione sia stato quasi nullo, lo sporco e le tossine esistono e devono essere eliminate.

I fenomeni di inquinamento vengono eliminati dai vari trattamenti chimici dell’acqua oggi disponibili sul mercato e dai vari modi per pulire la piscina .

Questi trattamenti non richiedono alcuno sforzo; Solo un piccolo investimento per divertirsi tutto l’anno.

In ogni caso bisogna considerare alcuni fattori esterni che influenzano la pulizia; il sole è uno di questi. Quando la temperatura varia tra i 20 e i 25°C, più acqua sarà necessaria e più questa destabilizzerà il PH.

Il sole interviene anche nella produzione delle alghe e nella degradazione dei prodotti. Il temporale fa sì che l’acqua diventi torbida e si sviluppi negativamente se non dispone di una sufficiente riserva di disinfettante.

Tutti questi problemi hanno più di una soluzione per pulire efficacemente la piscina:

  • Filtraggio e ancora filtraggio per un buon periodo di tempo;
  • Acqua con protezione preventiva (anti alghe, equilibrio del pH, tra gli altri);
  • Acqua dolce sufficiente per evitare acqua carica di calce artificiale, tra gli altri.

Suggerimenti su come pulire la piscina e mantenerla igienica

Come pulire la piscina

Ecco alcuni suggerimenti che probabilmente saranno di grande aiuto quando si tratta di imparare a pulire la piscina . Seguendoli potrai goderti un’estate molto più divertente in totale sicurezza.

1 – Prima di pulire la piscina, assicurati di non avere riparazioni da fare. Durante l’inverno potrebbero esserci stati segni di usura, piastrelle rotte, crepe, tra gli altri. Ricorda che alcune riparazioni possono essere eseguite con Epoxy, che aderisce molto bene in acqua. Altri, tuttavia, necessitano di una supervisione professionale.

2 – La pulizia della piscina è il passo successivo. Per fare questo, dovresti usare spazzole e acidi, ma mai sapone. Questo perché il sapone può reagire con il cloro. Inoltre, in questo momento, è consigliabile aggiungere l’antialga.

3 – Controllare la stazione di trattamento delle acque reflue. Prima di riempire la piscina è importante verificare che la pompa e i filtri siano in perfetto stato, poiché saranno loro ad occuparsi della pulizia quotidiana. Una volta revisionato, si consiglia di effettuare un processo di filtrazione per 24 ore.

4 – La cosa più importante è garantire la sicurezza dei bambini a casa. Per fare questo, puoi costruire una recinzione di legno che circonda la piscina o erigere una recinzione di filo metallico, bambù, tra gli altri.

5 – È importante controllare l’igiene della piscina e verificare se l’acqua è di qualità adeguata per la balneazione.

6 – Quotidianamente, prima di iniziare ad utilizzare la piscina, è importante rimuovere eventuali resti di foglie o altri detriti che potrebbero galleggiare sulla superficie o nel cestello della pompa.

7 – Inoltre, il cloro deve essere aggiunto quotidianamente in modo che il pH dell’acqua sia compreso tra 7,2 e 7,6%. Se ha piovuto potete raddoppiare la dose.

8 – L’uso di un telo per coprire la piscina ridurrà la perdita d’acqua per evaporazione e manterrà la temperatura. Allo stesso modo possiamo anche installare un serbatoio che immagazzini l’acqua piovana per utilizzarla.

9 – Quando termina il periodo estivo e non si intende utilizzare la piscina, non è necessario svuotarla.

Piscine Ecologiche: Scopri i Vantaggi

Come pulire la piscina

I modi per pulire la piscina non sono così complicati, ma meno lavoro, meglio è. Il grande vantaggio delle piscine ecologiche è il trattamento naturale dell’acqua.

Ciò avviene con piante acquatiche, ghiaia e microrganismi benefici invece che con sostanze chimiche, come il cloro. Il vantaggio è la liberazione dal male di allergie, irritazioni e reazioni cutanee, nonché delle fastidiose zanzare.

Il suo prezzo non è esorbitante, anche se è leggermente superiore a quello delle piscine tradizionali. L’installazione di una piscina convenzionale e di una piscina ecologica è molto simile.

E non solo: consumano anche meno energia e tempo, poiché la loro manutenzione è molto inferiore. È necessaria la pulizia annuale, senza necessità di cambiare l’acqua.

Sono numerose le aziende che si stanno immergendo in questo modo nuovo e più sostenibile di realizzare piscine. Inoltre, potrai integrarli nel tuo giardino come preferisci, a seconda della tua decorazione.

Ciò darà un tocco più urbano o rurale, un design classico o contemporaneo. Quindi quale scusa migliore per ridipingere il tuo giardino e renderlo un luogo più sano ed efficiente?

Ti sono piaciuti i consigli che abbiamo dato su   Come pulire la piscina  in questo articolo? Speriamo che siano stati utili in qualche modo. Se è così, condividilo sui tuoi social network affinché i tuoi parenti e amici possano vederlo.