Copy

Sapevi che esiste la possibilità di Come Preparare l’Incenso in casa e molto facilmente? Se sei una di quelle persone che usano l’incenso, sia per profumare l’atmosfera o per connettersi con energie superiori, che ne dici non solo di acquistare gli incensi venduti sul mercato, ma di crearne uno tuo?

Sapendo come fare l’incenso fatto in casa , oltre a risparmiare, potrete aggiungere le essenze che desiderate (o anche mescolare gli aromi), risparmiare poco e anche divertirvi. Il lavoro manuale è sempre un modo per distrarsi, giusto?

Inoltre, puoi produrre incensi in grandi quantità e rivenderli. Come stai? Impariamo subito come fare l’incenso ?

Come fare l’incenso fatto in casa

Come fare l'incenso

Bene, il primo passo è fornire i materiali necessari per produrre questo tipo di deodorante per ambienti, ok?

Avrai bisogno:

  • Asta di legno;
  • Erbe secche;
  • Cotone;
  • Colla bianca.

La bacchetta e il cotone si possono trovare nei mercati generali o anche nelle farmacie. Erbe già essiccate, nei negozi che vendono prodotti naturali, religiosi o esoterici.

Attenzione: le erbe non possono essere sostituite con essenze liquide, poiché l’incenso non brucerà. Se riuscite a reperirlo potete utilizzare le essenze in polvere, anche se questo tipo di prodotto è difficile da trovare in commercio.

Preparare l’incenso fatto in casa

Come fare l'incenso

Questo è il secondo passo di Come preparare l’incenso a casa. Il processo richiede dedizione ma non è complicato.

Prendi l’  erba essiccata (o più di una) che vuoi utilizzare per preparare l’incenso. Preparate delle strisce con le erbe essiccate, se sono già sui rami ancora meglio.

Copri l’asta di legno con erba secca, dall’estremità fino a poco più dell’altra estremità. Dovresti avvolgere l’erba nel materiale e mettere qualche goccia di colla (pochissima) per aiutarla a fissarla. 3 o 4 giri attorno all’asta.

Coprirai poi l’erba con un sottile strato di cotone. Attenzione: non usate troppo cotone, perché invece di bruciare l’incenso, quando sarà pronto, genererà delle fiamme!

È interessante notare che questo metodo di preparazione dell’incenso richiede che sia le erbe che il cotone siano posizionati saldamente sul bastoncino di legno.

Non applicare forza per non rovinare il lavoro, ma piuttosto con decisione. Se i materiali dell’incenso fatto in casa si allentano quando si arrotola il bastoncino, il risultato sarà un fuoco e non una combustione lenta e continua, ok?

Pronti, il vostro primo incenso fatto in casa è pronto. Basta fornire il giusto supporto per bruciarlo per dare energia a tutta la casa!

Come Preparare l’Incenso con le Essenze Liquide

Come fare l'incenso

In precedenza avevamo indicato di non utilizzare essenze liquide affinché non interferiscano con la combustione dell’incenso. Tuttavia, esiste un modo per utilizzare questi prodotti. Dovrai inumidire il filo di cotone e aspettare che si asciughi completamente, ok?

Tuttavia il cotone non può essere avvolto direttamente sul bastoncino di legno, poiché c’è il rischio che si creino fiamme quando si accende l’incenso. Quindi, è necessario fornire rami flessibili della pianta e prima avvolgerli sull’asta.

Effettuate poi lo stesso procedimento con il cotone aromatizzato, spiegato sopra. Tieni però presente che il potere aromatizzante è inferiore a quello dell’incenso prodotto con erbe essiccate, ok?

Aromaterapia e Incenso

Come fare l'incenso

Ora che sai come produrre l’incenso in casa, dai un’occhiata ad alcune erbe ed essenze. Che hanno funzioni specifiche secondo l’aromaterapia:

Rosmarino: serve come stimolante mentale e fisico. L’incenso al rosmarino fornirà anche sollievo dalla stanchezza e dal nervosismo.

Anice stellato: stimola l’affetto. È indicato anche per calmare e rallegrare i neonati, indicato anche per favorire il sonno.

Ruta: erba nota per avere il potere di allontanare le energie cattive, come l’invidia. È anche uno stimolante ed equilibratore delle emozioni.

Cannella: da un punto di vista mistico, la cannella attira la prosperità. Già a livello energetico, l’incenso alla cannella stimola la creatività e allontana la pigrizia.

Citronella: stimola l’intuizione. Aiuta nel recupero da malattie e problemi fisici e ha una funzione calmante.

Citronella: ottima per  tenere lontane mosche , zanzare e insetti in genere.

Lemongrass: alto potere di rilassamento fisico e mentale.

Foglie d’arancio: lasciano nell’ambiente un delizioso e rinfrescante aroma e aiutano a respingere gli insetti. Stimola anche l’intelligenza e la creatività.

Menta piperita: rafforza il sistema immunitario e si ritiene che purifichi l’ambiente.

Lavanda: oltre a lasciare un aroma molto gradevole nell’ambiente, l’incenso alla lavanda aiuta a ridurre l’ansia.

Basilico: aiuta la concentrazione e l’equilibrio mentale. È molto adatto per i momenti in cui studiamo, lavoriamo o svolgiamo qualche compito intellettuale.

Pino: favorisce l’ambiente per lavorare sul perdono degli altri e di noi stessi. Aiuta ad eliminare gli odori sgradevoli dall’ambiente.

Salvia: migliora la memoria, soprattutto per le persone anziane. Aiuta nel ragionamento logico.

Oltre a queste erbe ed essenze, potete aggiungere l’incenso alla vaniglia, che dona un aroma delizioso e dolce all’ambiente. Inoltre, aceto bianco, che neutralizza gli odori ambientali, come il fumo di sigaretta.

Curiosità sull’incenso

Come fare l'incenso

Approfittando del fatto che abbiamo parlato di Come fare l’incenso , sai come è nato questo elemento? Non è possibile precisarne l’origine, ma alcuni studiosi in materia sottolineano che l’incenso è comparso circa 6.000 anni fa.

Gli indiani sarebbero stati i primi ad utilizzare l’incenso. L’obiettivo era creare un collegamento tra gli esseri umani e gli dei attraverso il fumo.

I primi incensi erano pezzi di rami di alberi che venivano imbevuti di linfa vegetale e lasciati essiccare al sole. Poi si dava fuoco ai rami e si esalava l’aroma delle piante che, oltre al fumo, fungeva da forma di comunicazione tra la terra e l’universo.

Successivamente l’incenso avrebbe raggiunto la Cina e il Giappone, queste persone utilizzavano dispositivi per onorare i defunti.

Esistono testimonianze dell’uso dell’incenso anche presso i Greci ed i Romani. In tutte queste civiltà era un modo per esorcizzare demoni o spiriti maligni.

La Chiesa Cattolica Apostolica Romana ha già utilizzato più incenso di oggi. La religione usata nei rituali e nelle messe.

Da allora, l’incenso ha acquisito nuove versioni e usi. Serve come strumento di religiosità e misticismo, anche per  aromatizzare gli ambienti .