Copy

 L’aglio è un ingrediente molto versatile nell’attività culinaria . Può essere consumato crudo o cotto, strofinato sul pane, in salse saltato in padella insieme a cipolle e peperoni, si usa intero in stufati, conserve, zuppe e molte altre opzioni.

Inoltre, fin dall’antichità e per tutto il Medioevo, l’aglio ha usi medicinali . È usato come antibiotico naturale, per curare raffreddori, raffreddori e prevenire l’influenza. 

Sebbene possiamo acquistarlo al supermercato, un’opzione è coltivarli a casa . Successivamente vedremo come farlo da soli, con pochi elementi diversi da alcuni stuzzicadenti e acqua.

 

 

Materiali necessari

 

  • Testa d’aglio (circa 15 spicchi)
  • Spiedino di palillos
  • Contenitore tubolare alto
  • Piccolo asciugamano o canovaccio per coprire il bicchiere.
  • Piccolo contenitore dove appoggiare gli spiedini
  • colla vinilica o colla
  • Pinze
  • Acqua

Passo dopo passo per coltivare l’aglio

 

  1. Prendiamo la testa d’aglio e togliamo tutti gli spicchi. 
  2. Incrociamo diversi denti con lo stuzzicadenti per spiedini, lasciando uno spazio tra dente e dente.
  3. Immergete lo stuzzicadenti con gli spicchi d’aglio in acqua e lasciatelo in ammollo per 12 ore
  4. Rimuoviamo tutta l’acqua dal bicchiere e lasciamo dentro lo stuzzicadenti. Lo copriamo con l’asciugamano o l’asciugamano e lo lasciamo per 48 ore. 
  5. Rimuoviamo il recensore. L’aglio avrà molte radici. Escono da un’estremità e sono di un bianco lucido.  
  6. Prendiamo il contenitore piccolo e posizioniamo le bacchette in modo che le estremità aderiscano ai bordi del contenitore.
  7. Mettiamo un po’ di colla alle estremità di ogni stuzzicadenti e sosteniamo trasversalmente un altro stuzzicadenti per formare una maglia.
  8. Ruota leggermente ogni spicchio d’aglio in modo che sia in posizione verticale, con le radici rivolte verso il basso.
  9. Versa dell’acqua nel contenitore per coprire le radici. Ogni due o tre giorni dobbiamo cambiare l’acqua. 
  10. Dopo venticinque giorni le radici occuperanno l’intero contenitore e gli spicchi avranno foglie verdi lunghe e sottili. 
  11. È tempo di raccoglierli. Devi togliere gli spicchi d’aglio dagli stuzzicadenti. Per questo puoi tagliare le estremità con le pinze e rimuovere ogni spicchio d’aglio. Allo stesso tempo dovresti tagliare le radici bianche del dente. Togliamo lo spicchio d’aglio iniziale e sembrerà un gambo bianco sotto, con piccole radici, e verde sopra. È l’aglio pronto da mangiare.

Trucchi per coltivare l’aglio

Sole

L’aglio cresce molto bene alla luce del sole. Ti consiglio di posizionare il contenitore in un luogo che riceva il sole diretto , anche per poche ore. Se fa caldo e il sole è molto forte, puoi usare una tenda o uno schermo per filtrare la luce in modo che le foglie non brucino. 

Acqua

La pianta dell’aglio cresce con molta acqua, quindi il sistema idroponico è l’ideale . Ma devi anche stare attento. Se il contenitore ha poca acqua, l’aglio diventerà piccolo. E se la quantità di acqua è eccessiva, possono comparire malattie e funghi. Potresti notare l’aspetto del fungo perché l’aglio avrà un muschio verde e bianco attaccato ad esso. 

Manutenzione

La pianta dell’aglio è molto facile da mantenere . In genere non ha problemi di parassiti, ma ti consiglio di tenere d’occhio la coltura di tanto in tanto.

Infine, ti consiglio di scegliere chiodi di garofano di media grandezza per la coltivazione . Piccoli chiodi di garofano produrranno aglio piccolo e quelli molto grandi possono dividersi in due, facendoli crescere in modo non uniforme.